Coronavirus, piena fiducia di Assoporti nel sistema sanitario

31.01.20 – L’associazione dei porti italiani ha deciso di rilasciare una dichiarazione per il tramite del suo Presidente Daniele Rossi, relativamente alle notizie sul nuovo coronavirus, invitando tutti ad evitare ingiustificati allarmismi che potrebbero avere effetti dannosi sul sistema portuale. “Abbiamo piena fiducia nelle autorità sanitarie italiane che lavorano fianco a fianco sia con l’Organizzazione Mondiale della Salute, che con tutte le autorità sanitarie su scala globale,” ha dichiarato Rossi. “Queste si sono subito adoperate per attivare i protocolli di sicurezza sanitaria in tutta le aree a rischio, in particolare porti e aeroporti. Per quanto riguarda le attività portuali in Italia, mi sento di invitare tutti ad evitare allarmismi esagerati e privi di fondamento, che avrebbero effetti dannosi e potenzialmente devastanti sul sistema. Le istituzioni che operano in ambito portuale, in primis gli uffici preposti alla Sanità Marittima, Agenzia delle Dogane e Capitaneria di Porto, verificano con cura tutte le navi in arrivo in porto prima di rilasciare l’autorizzazione all’ormeggio, e lo scarico di merci o lo sbarco di persone. Come Autorità di Sistema Portuale lavoriamo a stretto contatto con queste istituzioni al fine di garantire la massima sicurezza per tutti. Troviamo inutile e dannoso creare psicosi generalizzate e ingiustificate. Quello che stiamo facendo è monitorare con attenzione l’evoluzione della situazione, per assicurare operazioni portuali sicure. Non dobbiamo dimenticarci che i porti collegati alla Cina rappresentano numeri importanti per l’economia del Paese, e quindi ogni allarmismo va evitato.”

Intanto si è appreso che i 6 membri dell’equipaggio della nave portacontainer CMA CGM Ural per i quali si era temuto l’infezione del coronavirus sono stati dichiarati fuori pericolo. La conferma è giunta dallì International Radio Medical Center (CIRM Roma), che ha escluso la presenza del coronovirus a bordo della nave attualmente in navigazione verso il Mar nero. L’intero equipaggio recita una nota stampa della compagnia gode di buona salute.