Coronavirus: di Majo (AdSP): imbarchi/sbarchi da e per Barcelona OK

13.02.2020 – Ieri notte si sono svolte nel porto di Civitavecchia le operazioni di sbarco dei circa 500 connazionali rimasti in Spagna a causa della cancellazione dei voli disposta dalle autorità spagnole e che avrebbero dovuto riportarli in Italia. Agli sbarchi, subito dopo, sono seguiti gli imbarchi dei circa 300 spagnoli che hanno fatto ritorno nella loro terra.

“Sono stato in contatto diretto, giorno e notte, con il responsabile della sede di Barcellona del Gruppo Grimaldi, Mario Massarotti, con il Console italiano a Barcellona, Gaia Danese e con il Presidente dell’Autorità Portuaria di Barcellona, Mercè Conesa Pagès, per garantire il ritorno degli italiani rimasti in suolo spagnolo. Ringrazio costoro per la importante collaborazione che ha assicurato la regolarità delle operazioni di imbarco dei nostri connazionali”, dichiara il Presidente dell’Autorità Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo. “Così come per lo sbarco a Civitavecchia, tutto si è svolto senza problemi e nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza e delle procedure indicate dal Governo per affrontare l’emergenza Coronavirus”, continua il Presidente dell’Authority. “Anche ieri notte, infatti, le operazioni sono state accompagnate da una lunga attività preparatoria volta ad assicurare la eventuale “gestione” dei passeggeri spagnoli imbarcanti che avessero manifestato sintomi, come la febbre, e che non si sarebbero potuti imbarcare. A tal fine, tutte le diverse istituzioni coinvolte, che ringrazio, segnatamente il dott. Niutta dell’USMAF, Valentino Arillo della Protezione civile, il Vice Questore Paolo Guiso e Lorenza Ripamonti con il suo staff della Polizia di frontiera, la Prefettura e il Sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, il Comandante del Porto Vincenzo Leone, il dott. Quintavalle dell’ASL, Edgardo Azzopardi ed i ragazzi della Port Mobility, tutto il personale della Pas, i volontari della Croce Rossa, oltre che le autorità diplomatiche spagnole e il personale dell’AdSP, hanno fornito il loro valido contributo. Fortunatamente, tale eventualità non si è verificata e le operazioni di imbarco sono avvenute regolarmente”, chiosa di Majo. “Questa sera giungerà da Barcellona un’altra nave con altri connazionali e partirà un’ultima nave con alcune decine di passeggeri spagnoli. Nel frattempo anche la Spagna ha introdotto nuove restrizioni in relazione all’arrivo di passeggeri dall’Italia, ma il collegamento giornaliero Barcellona-Civitavecchia verrà mantenuto anche se solo per il traffico cargo e non per quello passeggeri”, conclude di Majo.