Audizione al Senato per Unione Piloti: le osservazioni sul decreto in materia di riorganizzazione delle Autorità Portuali

“L’Unione Piloti esprime parere favorevole al contenuto dell’atto del Governo 303. L’attuale quadro frammentato e disarticolato della portualità e logistica nazionale viene concretamente ridisegnato tramite una nuova governance strategica integrata di sviluppo e collocazione geo-economica riconducibile ad una “visione nazionale”, possibiUPle solo con la creazione dei centri decisionali strategici rappresentati dalle Autorità di Sistema Portuale”. Questa, la sintesi del Comandante Giuseppe Orrù, Presidente dell’associazione Unione Piloti, che, accompagnato dal segretario nazionale Comandante Ciro Romano e dall’avv. Paolo Malaguti, ha partecipato martedì 14 giugno, all’audizione informale avanti l’8a Commissione permanente del Senato. Le osservazioni dell’U.P. sullo schema di decreto legislativo in discussione, in particolare su una richiesta di chiara differenziazione delle competenze tra Autorità marittima ed Autorità portuale, ha suscitato il vivo interesse della Commissione, tant’è che il Senatore Marco Filippi è intervenuto sul punto chiarendo che lo schema di decreto legislativo volutamente non ha inserito una chiara dicotomia tra le funzioni dell’Autorità marittima e l’Autorità portuale, stante la complessità del quadro normativo vigente, prefiggendosi, diversamente, lo scopo di riorganizzare, razionalizzare e semplificare la disciplina concernente le autorità portuali di cui alla legge 28 gennaio 1994, n. 84.