Canale di Panama record di transiti nell’anno fiscale 2018

Il canale di Panama

Il Canale di Panama ha chiuso l’anno fiscale 2018 con un tonnellaggio record di 442,1 milioni di tonnellate PC / UMS (Panama Canal Universal Measurement System, sistema di misura universale per il Canale di Panama), segnando un aumento del 9,5% rispetto al 2017.

Il dato complessivo per l’anno è superiore al dato previsto per il 2018 di 429,4 milioni di tonnellate PC / UMS, così come a quello di 403,8 milioni di tonnellate di PC / UMS registrato nell’anno fiscale 2017.

L’autorità del Canale di Panama afferma che a far lievitare il dato è stato l’incremento del transito di navi che trasportano (GPL) e gas naturale liquefatto (LNG/GNL), portacontainer, chimichiere e navi adibite al trasporto di veicoli.

“Il Canale di Panama continua a superare le nostre aspettative, rafforzando ogni giorno l’importanza dell’espansione delle vie d’acqua e il suo impatto sul commercio marittimo globale”, ha affermato l’amministratore del canale di Panama Jorge L. Quijano. “Questo è il risultato degli sforzi della nostra forza lavoro impegnata che ha reso questo un anno straordinario.”

Quello dei container ha continuato a essere il segmento di mercato leader per il tonnellaggio attraverso il Canale, con 159 milioni di tonnellate PC / UMS di carico totale, 112,6 milioni dei quali sono transitati attraverso tutto il canale.

Le navi cisterna – tra le quali sia quelle adibite al trasporto di gas di petrolio liquefatto (GPL) che i vettori di gas naturale liquefatto (GNL) – rappresentano il secondo segmento di mercato con 130,3 milioni di tonnellate PC / UMS. I segmenti successivi includono invece le navi portarinfuse (73,7 milioni di tonnellate PC / UMS) e quelle adibite al trasporto di veicoli (49,5 milioni di tonnellate PC / UMS).

In termini di volumi delle merci, l’Autorità del Canale di Panama ha dichiarato che le rotte principali che hanno utilizzato il Canale di Panama nel 2018 erano tra l’Asia e la costa orientale degli Stati Uniti, la costa occidentale del Sud America e la costa orientale degli Stati Uniti, la costa occidentale del Sud America e l’Europa, la costa occidentale dell’America centrale e la costa orientale degli Stati Uniti e il Sud America intercostale.

Tra gli utenti principali durante l’anno fiscale 2018 figurano Stati Uniti, Cina, Messico, Cile e Giappone. Il 62,8 per cento del carico totale in transito sul Canale di Panama ha come origine o destinazione gli Stati Uniti d’America.

Leave A Comment