CMA CGM ordina 50000 tracker per rendere intelligenti i suoi container

Il gruppo CMA CGM,  tra le maggiori compagnie di navigazione dedicate al trasporti di contenitori, ha annunciato un nuovo ordine per l’acquisizione di 50.000 tracker (rilevatori) della francese Traxens. Tra i principali azionisti la CMA CGM è stata la prima azienda ad aver investito  nel 2012 nella Traxens, prendendo parte allo sviluppo di questa  nuova tecnologia,  testandola per diversi anni, per poi lanciarla commercialmente nel 2018.

Grazie a questo ordine, la compagnia di navigazione francese sta per implementare su larga scala a vantaggio dei propri clienti il dispositivo ideato dalla Traxens che collegato al contenitore, consente di monitorare la posizione dello stesso,  sia in mare che a terra, l’intensità di eventuali shock che possono verificarsi, l’apertura e la chiusura delle porte e le variazioni di temperatura esterne.

Con questa nuova tecnologia si è di fatto entrati nell’era dei Contenitori intelligenti.  Ma come funziona? La filosofia è semplice: installare più sensori  sia all’esterno che all’interno del contenitore, in grado di misurare tutti i tipi di parametri. Temperatura, pressione, stabilità, posizione, presenza di fumo, guasto della guarnizione, tentativo di apertura, contenuto di ossigeno, condizioni del motore di raffreddamento (per il “reefer”).  Tali sensori oltre a misurare tutto questo devono essere in grado  anche di “caricare” questi dati sul cloud in tempo reale e in formato aperto in modo che possano essere letti istantaneamente sul ponte della nave, nel centro di controllo del porto, negli uffici della compagnia di navigazione e, soprattutto, della società proprietaria della merce. Ma non è tutto. Con questa tecnologia è anche possibile modificare da remoto i parametri rilevati. Ad esempio, immaginiamo che la temperatura di un container “reefer” in cui il salmone congelato viene trasportato dalla Norvegia alla Turchia improvvisamente inizi ad aumentare. Un allarme avviserà il proprietario delle merci in Norvegia il quale dal suo ufficio potrà riprogrammare la temperatura del contenitore.

Grazie al sistema di allerta quasi in tempo reale, i clienti del Gruppo che optano per la soluzione Traxens possono quindi monitorare in modo efficiente i propri prodotti ed  essere informati in ogni fase del processo di spedizione. Ciò semplifica la gestione della supply chain, con un’interfaccia online intuitiva aggiornata in tempo reale.