Gioia Tauro, nuove gru per potenziare e rilanciare il Terminal Container

Il Medcenter Container Terminal di Gioia Tauro, divenuto recentemente proprietà di Terminal Investment Limited (TIL), società controllata da MSC, prosegue nell’opera di potenziamento dell’equipaggiamento di banchina per poter caricare e scaricare container dalle navi fino a 22mila teu.

Dopo le tre gru Ship-To-Shore tra le più grandi del mondo (alte 87 metri e ed in grado di operare su 24 file di container, con una portata di 65 tonnellate in configurazione twin lift e 75 in configurazione sotto-gancio), giunte dalla Cina lo scorso 25 novembre, è previsto per il prossimo fine settimana l’arrivo di tre gru Liebherr modello LHM 550 a bordo della nave BBC Ganges.

Si tratta di gru di banchina che avranno uno “sbraccio” in grado di manovrare fino a 18 file di container in senso orizzontale e la cui portata in configurazione “gancio” è di 144 tonnellate.

Nei mesi scorsi è stato anche rinnovato il parco delle gru gommate di piazzale con l’acquisto di 32 Straddle Carriers Konecranes. Tutto ciò rientra nel programma di rilancio del porto calabrese, che da aprile a ottobre ha visto l’attracco di 65 portacontainer con portata superiore a 19mila teu. In questo periodo, il traffico è aumentato del 15,5 rispetto allo scorso anno.

Parallelamente l’Autorità portuale ha dato il via ad un programma di manutenzione del fondale che per poter accogliere le navi portaconteniotori di ultima generazione deve mantenere un pescaggio di almeno 18 metri.

Intanto la stessa Port Authority rende noto che giovedì 5 dicembre, il patron di Msc, Luigi Aponte, accogliendo un personale invito del commissario straordinario Andrea Agostinelli, farà visita al porto di Gioia Tauro, per partecipare, insieme ai vertici dell’Ente, ad una riunione operativa e, successivamente, incontrare le istituzioni locali.