Il futuro del settore nautico: Confitarma incontra il Miur

Mercoledì scorso 18 novembre 2015, a Roma presso la sede della Confederazione Italiana Armatori, la Commissione Education, presieduta da Mario Mattioli, ha incontrato Gabriele Toccafondi, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per presentare la proposta di intervento sulla formazione della gente di mare volta a migliorare la qualità della didattica fornita dalla scuola e dagli enti formativi nautici.
All’incontro hanno partecipato, Gennaro Fiore, Direttore Generale di Confitarma, i membri della Commissione Education, e i rappresentanti dell’Università degli Studi di Genova e dell’Università “Parthenope” di Napoli, degli Istituti Tecnici Superiori (ITS) Accademia Italiana della Marina Mercantile di Genova, Istituto G. Caboto di Gaeta e Accademia Nautica dell’Adriatico di Trieste.
Sono tre i principi ispiratori della proposta di Confitarma, illustrata da Leonardo Piliego, segretario della Commissione Education:

  • una maggiore alternanza fra scuola e lavoro, attraverso un più proficuo coinvolgimento delle imprese di navigazione nelle attività formative;
  • lo sviluppo di un percorso formativo che possa condurre gli Ufficiali superiori al conseguimento di una laurea triennale;
  • lo sviluppo delle competenze del personale marittimo attraverso programmi di formazione continua.

“A nostro avviso – ha affermato Mario Mattioli – le scuole, gli ITS e le università non devono più rappresentare “torri d’avorio” chiuse al mondo dell’impresa e del lavoro, ma luoghi aperti e capaci di recepirne le istanze. Per rendere concreta la proposta di Confitarma è necessario condividerla con i Ministeri competenti, cioè il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, anche in vista del convegno pubblico che si terrà nei primi mesi del 2016”.
“Il mondo delle imprese italiane assume, ha bisogno di figure professionali adeguate e il mondo della scuola, degli ITS e dell’Università è pronto a lavorare per dare futuro ai giovani” ha dichiarato il Sottosegretario al MIUR Gabriele Toccafondi che ha aggiunto: “Viene stimato che nel prossimo anno il settore marittimo abbia bisogno di oltre 1.000 figure per ricoprire posti di lavoro altamente qualificati”.
“Si tratta di lavorare – ha concluso il Sottosegretario – e su questo ho confermato la disponibilità del MIUR, insieme al MIT e a Confitarma per rendere il settore ITS sempre più rispondente alle esigenze delle figure professionali che il settore necessita”.

fonte: Confitarma comunicato stampa