La Cosco progetta un nuovo Terminal Container al Pireo

Pireo, 20.08.2019  – Fonti locali hanno riferito che la COSCO Shipping Ports Ltd, socio di maggioranza della Piraeus Port Authority SA (PPA), sta pianificando un quarto terminal nel porto del Pireo con un investimento di  200 milioni di Euro.

Fino ad ora, le autorità greche hanno approvato solo in parte il piano di investimenti principale della COSCO, motivo per cui la PPA è pronta a ripresentare oggi il progetto. Il piano prevede  la costruzione di un terminal contenitori della capacità 2,8 milioni di TEU, situato a est dell’attuale Molo I. L’obiettivo è di aumentare la capacità di movimentare container a oltre 10 milioni di TEU, una quota paragonabile a quella dei principali porti del Nord Europa.

Tuttavia, il nuovo governo sta portando avanti il ​​piano generale per lo sviluppo del porto del Pireo. L’investimento, pari a 612 milioni di euro, è stato recentemente al centro di colloqui tra il ministro delle Attività Marittime Ioannis Plakiotakis, il vice amministratore delegato della PPA Angelos Karakostas e  Athanasios Liagos, rappresentante del Fondo di sviluppo patrimoniale della Repubblica ellenica (HRADF / TAIPED), l’agenzia responsabile della privatizzazione dei beni di proprietà dello stato greco.

Il governo di Atene ha già dato il suo via libera per la costruzione di un nuovo magazzino, di un parcheggio a cinque piani, e di un terminal dedicato alle navi da crociera, l’acquisto di autobus ecologici,  il rinnovamento del famoso edificio Pagoda in un hotel a 5 stelle e un centro conferenze, la conversione di due magazzini già esistenti in hotel a 4 e 5 stelle, la realizzazione di un hotel a 5 stelle a Porto Leone e,  nell’ambito del progetto Piraeus Cultural Coast, promosso da PPA, di un museo.

Il traffico delle merci contaneirizzate nel Porto del Pireo ha raggiunto 4,9 milioni di TEU nel 2018, il 18,4% in più rispetto all’anno precedente. Si prevede che nel 2019 il traffico salirà a 5,5/5,6 milioni di TEU.