L’AdsP del Mar di Sardegna apre ai tirocini sul monitoraggio del sistema portuale

02.08.2019 – L’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna guarda alle nuove generazioni ed apre le porte ai tirocini formativi dedicati all’analisi e al monitoraggio del sistema portuale e logistico sardo. È quanto illustrato, mercoledì mattina, dal Presidente, dal personale dirigente e dai funzionari dell’AdSP nel corso del primo workshop – dedicato agli studenti delle Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche dell’Ateneo di Cagliari – per la presentazione dei percorsi curriculari da intraprendere negli uffici dell’Ente, in particolare nella Direzione Pianificazione e Sviluppo.

Un’iniziativa che nasce dall’interlocuzione tra l’Università di Cagliari e l’Autorità di Sistema Portuale che, con la nuova revisione della dotazione organica dello scorso anno, ha dato vita alla DPS, direzione deputata all’analisi e al monitoraggio dei traffici portuali e delle dinamiche economiche ed occupazionali degli scali di sistema, alla progettazione europea e alla predisposizione delle best practices in materia di portualità. Obiettivo del tirocinio, formare gli studenti sulle tecniche di acquisizione, trattamento ed elaborazione dei dati statistici; generare capacità di analisi e di predisposizione della reportistica sui risultati delle rilevazioni, nonché trasmettere competenze nel trattamento informatico delle statistiche e nell’esecuzione di operazioni di stima. Infine, l’introduzione del tirocinante all’elaborazione dei piani strategici previsti dalla norma.

Quella presentata è una nuova offerta di tirocinio in un settore interamente dedicato alla pianificazione e allo sviluppo – spiega Massimo Deiana, Presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna -. Un valore aggiunto per quegli studenti che intendono acquisire competenze nel campo dell’analisi dei traffici portuali, della catena logistica, nella redazione di report di attività e nel monitoraggio delle dinamiche economiche ed occupazionali negli scali”. Un percorso retribuito e della durata di sei mesi, quello programmato, che va a completare le esperienze già offerte dall’Ente a studenti e neo laureati nei diversi settori dell’Amministrazione e Bilancio, Demanio, Tecnico e Lavoro Portuale. “L’Autorità di Sistema Portuale è un Ente dinamico che, proprio per le numerose competenze attribuite dalla norma, necessita di figure specialistiche e costantemente aggiornate – continua Deiana – Sono certo che, proprio per le materie che verranno trattate nel corso del tirocinio, gli studenti potranno appassionarsi all’amministrazione del Sistema Portuale ed al complesso mondo del cluster marittimo”.