L’impegno di Federagenti: mediatore per l’unità del mondo marittimo

Federagenti, la federazione nazionale degli agenti marittimi italiani, si candida a mediare i conflitti fra le associazioni del mondo marittimo, portuale e logistico.
“Uniti e non conflittuali per costruire un’Italia logistica in grado di affrontare davvero e non solo a parole le sfide e le opportunità del futuro” è l’appello di Gian Enzo Duci neo-presidente di Federagenti, che rivendica per la struttura un ruolo di raccordo fra soggetti come Confitarma, Confetra e Confcommercio che rappresentano diverse anime del cluster marittimo portuale.
“Il nostro settore è di fronte a una duplice sfida, quella posta in essere da una crisi prolungata con trasformazioni mai così rapide e quella generata da una sovrapposizione sul mercato di ruoli e funzioni che rischiano di generare conflitti di competenza fra gli operatori del settore” spiega Duci che propone un tavolo di confronto “a porte chiuse e riflettori spenti. Non cerchiamo leadership – sottolinea – ci poniamo a servizio, perché non possiamo permetterci di assistere passivamente a un inasprimento dei contrasti e perché di fronte all’impegno che caratterizza questo governo non possiamo non contribuire con le nostre esperienze al cambiamento”. (ANSA).