Mitsui Kinzoku Act Corporation si insedia nella Free Zone del porto di Tangeri

Mitsui Kinzoku ACT Corporation, fornitore giapponese di componenti per automobili, ha avviato la costruzione di un impianto per la produzione di meccanismi di chiusura delle portiere all’interno della Tanger Automotive City (TAC), la piattaforma in zona franca a 20 km dal porto di Tangeri, dedicata alle aziende legate al settore automobilistico per attività industriali, logistiche o terziarie.

La società afferma che la posizione è ideale per i clienti in Marocco e in Europa e che investirà 125 milioni di euro nella struttura. Tra i clienti locali potrebbero figurare le fabbriche gestite dall’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.

La fabbrica produrrà meccanismi di chiusura centralizzata per l’industria automobilistica ed impiegherà in una prima fase una forza lavoro di 100 unità che successivamente dovrebbero aumentare a più di 300.

Il Marocco sta diventando un fornitore chiave anche per le fabbriche automobilistiche europee, attirando numerosi investitori nella costruzione di impianti per la produzione di componenti per auto, tra cui Nexteer, Gestamp, Ficosa e la controllata Fiat,  Magneti Marelli.

La piattaforma industriale Tanger Automotive City, collegata ad una rete autostradale di 1800 km e ad una rete ferroviaria di 2.000 km,  vanta lo status di zona franca alle aziende coinvolte in attività industriali, logistiche o terziarie. Legata allo sviluppo dell’industria automobilistica in Marocco, questa zona si trova vicino all’impianto Tanger Med della Renault. Tanger Automotive City ha un accesso diretto al Tanger Med Port (22 km) e alla Tanger Free Zone (20 km).

Tanger Med, principale porto del Marocco, inaugurato nel luglio del 2007,  si trova a 14 km dalla Spagna in una posizione strategica sulla via di passaggio tra Africa, Europa, Asia, Nord America e Sud America.