Newsflash, le notizie brevi del 12.04.2019

Genova al 34° posto tra le città importanti dello shipping mondiale 

Genova entra nella selezione delle città marittime mondiali, pubblicata da Dnv-Gl (la più grande società di classifica e certificazione del mondo) nell’individuare “The leading Maritime Capital of the World”, titolo dello studio uscito in questi giorni, che ha cadenza biennale. Nel 2017 erano stati selezionati solo 30 città da cui estrapolare le 15 capitali mondiali dello shipping mentre quest’anno sono state selezionate tutte le città marittime del mondo, restringendo poi l’obiettivo su 50, da cui poi estrarre, in base a criteri oggettivi e soggettivi di 200 esperti mondiali, la Top 15.  Genova (il porto, più il raggio dei 200 chilometri intorno: quindi banchine da Savona a Livorno, logistica dell’Italia nord-occidentale) risulta così 34esima, unica città italiana, sotto Glasgow ma appena sopra Pechino (sede delle maggiori banche che erogano ancora credito allo shipping), Marsiglia, Limassol, Manila o San Pietroburgo.

Trieste, al via COMODALCE, progetto per rendere più efficiente l’intermodalità

Ha preso avvio nei giorni scorsi a Trieste il progetto COMODALCE “Enhancing COordination on multiMODAL freight transport in CE”, che mira a rendere il trasporto intermodale più efficiente e competitivo attraverso l’adozione di tecnologie innovative. COMODALCE, co-finanziato dal Programma Interreg Central Europe, ha un budget di 1.960.000 euro, di cui 281.000 a favore dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale capofila del progetto, e una durata di 36 mesi. Tra i partner i principali porti e interporti europei: La Spezia, Koper, Rostock, Gdynia, Verona e Budapest. Sulla base dell’analisi della situazione attuale e utilizzando come benchmark le migliori pratiche internazionali nel settore, i partner di progetto elaboreranno dei piani di sviluppo a medio e lungo termine che verranno attuati tramite concrete azioni pilota. Sfruttando le nuove tecnologie e lo scambio dati tra diversi attori, il trasporto delle merci via treno diventerà più efficiente, facilitando lo shift modale dalla strada alla rotaia, con conseguenti ricadute positive in termini di emissioni di gas inquinanti e CO2.

Il Comando delle Capitanerie di Porto incontra l’armamento nazionale

Lo scorso 8 aprile 2019 si è tenuto presso la sala cinema del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto il consueto incontro annuale con l’armamento nazionale e gli stakeholder al quale hanno partecipato le Società di gestione, le Associazioni di categoria, gli Organismi riconosciuti, le Accounting Authority, i rappresentanti del Ministero dello sviluppo economico ed i Coordinatori regionali Flag State. Durante l’incontro il personale del 6° Reparto, guidato dal Contrammiraglio Giardino, ha dato evidenza dell’attività svolta nel 2018 a favore dell’armamento italiano e dei risultati ottenuti, illustrando le performances della flotta alla luce delle ispezioni eseguite sia dai Port State Control Officers nei porti stranieri, sia dal personale del Corpo che opera in qualità di Flag State Officer. Inoltre, sono stati resi noti gli obiettivi prefissati dal Ministro per l’anno 2019 anche attraverso i contenuti dell’Annual Report – giunto alla sua terza edizione – e che si pone quale strumento di divulgazione istituzionale a supporto alle decisioni strategiche dell’Organizzazione. Infine, il Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ha premiato la società “Fratelli d’Amico Armatori SpA” che ho ottenuto i migliori risultati durante l’anno 2018.

One Comment

  1. http://nanoo.net 20 Aprile 2019 at 5:12 - Reply

    This is true for funding advice as nicely.

Leave A Comment