Open Factory, domenica 25 novembre porte aperte al porto di Venezia

In 350 tra gli iscritti all’iniziativa Open Factory 2018 hanno scelto di visitare domenica 25 novembre il porto di Venezia che, con i suoi oltre 16 mila occupati, è la più grande “factory” del Veneto.

L’Autorità di Sistema Portuale per il quarto anno consecutivo aderisce all’iniziativa coordinando l’apertura simultanea di diverse realtà operanti in porto, che faranno da testimonial rispetto alle molteplici funzioni portuali di Venezia. Quattro dunque gli itinerari che porteranno i visitatori alla scoperta del porto passeggeri (tour Venezia Terminal Passeggeri), del porto commerciale (tour terminal Multi Service), del porto industriale e della sua storia (tour Venezia Heritage Tower), di tutta l’infrastruttura portuale nel suo complesso (tour in barca con l’Autorità di Sistema Portuale).

“Abbiamo registrato il tutto esaurito poco dopo l’apertura delle iscrizioni e contiamo visitatori da tutto il Nord Italia, nonostante nel 2018 le giornate di Porto Aperto siano state intensificate totalizzando 1.200 partecipanti, segno della chiara percezione del porto come una risorsa importante cui guardare” commenta Pino Musolino, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale.

Quattro gli itinerari organizzati per i quali si è registrato il “tutto esaurito”, a partire dal tour in barca che coinvolgerà 100 visitatori alla scoperta dei canali portuali che, per motivi di sicurezza, sono normalmente riservati agli addetti ai lavori. Molto tecnico è invece il tour dello scalo passeggeri di Marittima, riservato a 50 ingegneri che, grazie al coinvolgimento dell’Ordine, potranno ottenere crediti formativi e approfondire la conoscenza di una delle facilities a più alto tasso di innovazione tecnologica in Europa. Qui avranno la possibilità di scoprire soluzioni innovative quali: la Multipurpose Boarding Tower, che dal 2011 ha movimentato oltre 2 milioni di passeggeri; il sistema di controllo e convogliamento bagagli che garantisce maggiore efficienza e sicurezza; il sistema di alimentazione green per maxi yacht “mini cold ironing”; e ancora tutte le innovazioni che rendono il terminal all’avanguardia dal punto di vista della sicurezza.

Il terminal commerciale Multi Service, impiegato per l’imbarco e lo sbarco di merci di diverse tipologie e famoso per la gestione di colli eccezionali diretti in tutto il mondo, ospiterà altri 50 visitatori. Questi avranno l’opportunità di conoscere il funzionamento di un terminal portuale, e di osservare da vicino diverse tipologie di infrastrutture, mezzi e merci. Infine, oltre 150 visitatori potranno accedere in anteprima alla Venezia Heritage Tower, torre di raffreddamento costruita nel 1938 e interessata da un’opera di riqualificazione che la porterà presto ad essere un luogo dedicato alla memoria della tradizione industriale e tecnologica di Marghera ma anche un luogo di business e di convivialità.