Porti: Forcieri, fare in fretta accorpamento Spezia-Carrara

LA SPEZIA – “Siamo disposti ad aspettare qualche settimana per l’accorpamento con il porto di Carrara. Non anni, perché questo significherebbe far saltare la riforma.
Il processo di accorpamento tra La Spezia e Carrara non è certo semplice, siamo di fronte a due realtà differenti e in due regioni diverse. L’obiettivo è che questa unione sia realizzata bene, nel minor tempo possibile”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità Portuale della Spezia Lorenzo Forcieri, commentando la proroga richiesta dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti al “matrimonio” tra le Ap della Spezia e Carrara. “Voglio chiarire che la proroga non mi riguarderà direttamente. Infatti nel caso il Ministro nominerà un commissario per gestire la fase transitoria”. Forcieri ha poi aggiunto: “Ho sostenuto l’unificazione con Carrara e sarò contento quando sarà realizzata. Se occorrerà aspettare qualche giorno per costruire un’unificazione ben fatta, a garanzia di tutti, non vedo il problema. Le persone che stanno facendo polemiche – sottolinea Forcieri – sono quelle che pensavano dovessimo andare sotto Genova e non si sono interessate ai destini del porto. Io ho voluto che La Spezia mantenesse una sua autonomia e fosse porto “core”. Se tutto questo si potrà concretizzare domani mattina sarò contento, se servirà una settimana in più per farlo meglio, aspetteremo”.

Fonte: ANSA