Porti, l’ESPO rende noto il rapporto annuale sull’ambiente

L’ESPO ha presentato ieri il suo rapporto annuale per il 2018  sull’ambiente al Congresso GreenPort di Valencia. Il Rapporto sull’ambiente dell’ESPO include indicatori di benchmark relativi alle prestazioni ambientali e le prime 10 priorità in materia  dei porti europei per il 2018.

La qualità dell’aria è dal 2013 la massima priorità dei porti europei. Il maggiore interesse nei rapporti con la comunità locale nella posizione 4 dell’elenco è rilevante in quanto la qualità dell’aria è stata sempre più una preoccupazione per i cittadini delle città portuali e delle aree urbane. Il cambiamento climatico sta diventando di grande rilevanza per i porti europei. Entrato nella Top 10 per la prima volta nel 2017  ha raggiunto la posizione 7 nel 2018. Quasi otto porti europei su dieci prendono in considerazione i cambiamenti climatici quando sviluppano nuovi progetti infrastrutturali. Inoltre, il 59% dei porti rafforza la resilienza climatica delle infrastrutture esistenti mentre il 41% di essi ha già affrontato le sfide operative dovute ai cambiamenti climatici. Le priorità relative ai rifiuti marini hanno anch’esse scalato posizioni nella Top 10 rispetto allo scorso anno. I rifiuti sono stati il ​​problema più monitorato, con un aumento a partire dal 2013 del 17%. Ciò indica la prontezza dei porti nel fornire il loro contributo per affrontare il problema dei rifiuti marini.

Il 73% dei porti è dotato di una  certificazione secondo uno standard ambientale (ISO, EMAS, PERS), con un  aumento a partire dal  2013 del 19%, mentre il 68% di questi rende pubblici i dati relativi all’ambiente. Per quanto riguarda lo sviluppo delle infrastrutture per i combustibili alternativi, il rapporto rileva che il 24% dei porti fornisce elettricità ad alta tensione da terra alle navi ormeggiate, il 30%  è dotato di punti di rifornimento di GNL, mentre un altro 24% sta attualmente sviluppando progetti relativi ad infrastrutture GNL.

“L’ESPO pubblica il suo “check-up” annuale per i porti europei, gli indicatori di riferimento, che diventano un punto di riferimento per le prestazioni ambientali del settore. Il rapporto sarà una buona fonte di informazioni per tutti gli interessati, le comunità locali, la società civile, i ricercatori e l’industria. Per quanto riguarda l’infrastruttura alternativa per i combustibili, assistiamo ad un aumento degli investimenti sul lato portuale, ma riteniamo che gli investimenti portuali correlati sarebbero più consistenti se venissero affrontati i rimanenti ostacoli per l’assorbimento. Ad esempio, la tassazione dell’energia elettrica ha rappresentato un ostacolo significativo per la fornitura alle navi dell’elettricità da terra, poiché spesso non ci sono margini sufficienti per fare business. Puntiamo a includere più indicatori nella relazione del prossimo anno. Incoraggiamo inoltre tutti i porti ad aderire a EcoPorts al fine di migliorare le prestazioni ambientali, comunicare meglio la loro politica ambientale e ampliare il campione di porti che alimentano l’annuale benchmark   del settore. “ ha affermato il segretario generale della ESPO, Isabelle Ryckbost.

I dati del rapporto sono stati ricavati dalle risposte di 90 porti dell’UE all’EcoPorts Self Diagnosis Method (SDM), uno strumento sviluppato per identificare e monitorare il rischio ambientale e stabilire le priorità per l’azione e la conformità (www.ecoports.com). L’SDM viene aggiornato dai membri di EcoPorts ogni due anni.

Tags: , |

3 Comments

  1. Abogados Accidentes De Auto 28 ottobre 2018 at 14:05 - Reply

    I simply wanted to thank you very much once more. I am not sure the things that I would have made to happen without the secrets documented by you over such a question. Entirely was a real frustrating difficulty in my position, but being able to see this specialised way you solved that forced me to jump with fulfillment. Now i’m happy for this assistance and expect you know what a great job you were putting in teaching people all through your website. I am certain you’ve never encountered all of us.

  2. it baltimore 6 novembre 2018 at 11:00 - Reply

    hey there and thanks for your information – I have certainly picked up something new from proper here. I did alternatively experience some technical issues the use of this web site, as I skilled to reload the web site a lot of occasions previous to I may just get it to load properly. I were wondering in case your hosting is OK? Not that I’m complaining, but slow loading circumstances occasions will very frequently have an effect on your placement in google and can damage your high quality ranking if advertising and ***********|advertising|advertising|advertising and *********** with Adwords. Anyway I am adding this RSS to my email and can look out for a lot extra of your respective fascinating content. Make sure you replace this again soon..

  3. jual perabot murah 12 novembre 2018 at 3:50 - Reply

    Yuk Jual perabot murah perabot murah murah murah

Leave A Comment