Porti del Mediterraneo Orientale adottano progetti per l’impiego di carburanti marini alternativi

Tre iniziative cofinanziate dalla Commissione Europea – Poseidon Med II, CYnergy e Elemed – stanno portando avanti l’adozione di combustibili alternativi nella regione del Mediterraneo orientale. Lo rende noto il Lloyd Register che recita un ruolo chiave in ciascuno di questi progetti.

Il progetto Poseidon Med II è una tabella di marcia pratica che mira a promuovere un’ampia adozione del GNL come combustibile alternativo sicuro, efficiente dal punto di vista ambientale e vitale per la navigazione e aiutare il trasporto marittimo del Mediterraneo orientale a spingere verso un futuro a basse emissioni di carbonio.

Il progetto, cofinanziato dall’Unione Europea, coinvolge tre paesi: Grecia, Italia e Cipro, sei porti europei (Pireo, Patrasso, Lemesos, Venezia, Heraklion, Igoumenitsa) e il terminal GNL di Revithoussa. Il progetto riunisce i migliori esperti dei settori marino, energetico e finanziario per realizzare una catena integrata del valore di GNL e stabilire un mercato del gas naturale liquefatto funzionante e sostenibile. La missione del progetto è di proporre un approccio olistico alle operazioni di bunkeraggio del GNL, promuovendo una roadmap di investimenti competitiva e stabilendo un quadro normativo flessibile per le operazioni di rifornimento del GNL.

Utilizzando la ricca esperienza del Lloyd Register negli studi di valutazione del rischio, i suoi esperti hanno intrapreso un lavoro di vasta portata nell’applicazione di strumenti e metodologie di analisi della sicurezza di alta qualità (studi di identificazione e operabilità dei pericoli per installazioni di GNL di porti e navi, simulazioni di navigazione, ecc.), oltre a sviluppare un quadro normativo flessibile per le operazioni di bunkeraggio di GNL in Grecia. Poseidon Med II  ha avuto il suo inizio nel giugno 2015 e sarà completato nel dicembre 2020, dispone di un budget di 53,3 milioni di euro, il cui 50% è cofinanziato dall’Unione europea – Connecting Europe Facility.