Ravenna e Genova, segno meno per il traffico merci. Venezia mosca bianca: + 22,9%

Positivo il movimento generale dei passeggeri di traghetti e crociere

Lo scorso mese il porto di Ravenna ha movimentato 2,3 milioni di tonnellate di merci, con una flessione del -4,8% sull’ottobre 2014. Nei primi dieci mesi di quest’anno il volume complessivo di carichi movimentati dallo scalo portuale è stato pari a quasi 20,6 milioni di tonnellate, con una flessione del -0,8% rispetto 20,7 milioni di tonnellate nel periodo gennaio-ottobre del 2014.
L’Autorità Portuale ha reso noto che nel settore dei traghetti il numero dei trailer movimentati da gennaio ad ottobre di quest’anno è stato pari a 57.182 contro i 65.939 del 2014 (-13,3%), ma ad ottobre 2015 è stata rilevata una netta ripresa (+17,7%) dovuta al ritorno a pieno regime della linea per la Grecia.

A settembre e ottobre si è accentuato anche il calo del traffico delle merci movimentato dal porto di Genova. Già dallo scorso agosto, dopo un inizio di 2015 in cui era stata registrata una crescita più o meno accentuata del traffico complessivo delle merci movimentato dal porto genovese, l’indicatore percentuale era virato decisamente su valori negativi segnando un -9,4%, trend di calo che si è ulteriormente accentuato nel mese di settembre con un -9,6% e nel successivo ottobre con un -14,7%. Ad ottobre 2015 il traffico complessivo si è attestato a meno di 4,2 milioni di tonnellate rispetto a 4,9 milioni di tonnellate ad ottobre dello scorso anno.
Per quanto riguarda invece il movimento passeggeri, a settembre i passeggeri sono stati 355mila (+3,6%), di cui 277mila passeggeri dei traghetti (+2,3%) e 78mila crocieristi (+8,9%). A ottobre invece i passeggeri sono stati 231mila (+17,6%), di cui 112mila nel settore dei traghetti (+0,9%) e 122mila in quello delle crociere (+38,8%).

Stacca tutti il porto di Venezia, dove lo scorso mese il porto sono state movimentate quasi 2,2 milioni di tonnellate di merci, con un incremento del +22,9% rispetto a 1,8 milioni di tonnellate nell’ottobre 2014. Piccola frenata sul traffico dei passeggeri che è stato di 226mila persone (-3,0%), di cui 218mila crocieristi (-1,9%).

fonte: www.informare.it