Robert Yuksel Yildirim: riporteremo in alto il porto di Taranto

Il presidente di uno dei più grandi gestori di terminal portuali a livello mondiale esprime il suo entusiasmo per la decisione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio di affidare a Yilport la gestione del Molo Polisettoriale  

«Siamo molto felici di apprendere che la nostra proposta sia stata accettata e resa pubblica. Yilport è entusiasta del Terminal Container di Taranto ed è pronta a riportare in alto Taranto nell’industria portuale». Lo  ha dichiarato Robert Yuksel Yildirim, presidente di Yilport Holding.

Com’è noto, Yilport ha in programma di sviluppare il Terminal Container di Taranto sia come terminal gateway che come hub di trasbordo del futuro, oltre ad aumentare notevolmente il numero di container movimentati. Il grosso gestore di terminal portuali turco  intende inoltre collaborare con gli operatori locali per sviluppare traffici breakbulk, project cargo e di merci rotabili.

La proposta di Yilport di gestire l’intero Molo Polisettoriale di Taranto non solo include lo sviluppo e il rinnovo delle strutture terminali per attrarre e far aumentare il volume delle merci containerizzate, ma anche il miglioramento della rete logistica e l’operatività di navi general cargo e ro-ro.

«Attrezzeremo il terminal per il futuro dell’industria del trasporto delle merci con i container. Presto, inizieremo i nostri colloqui con le principali compagnie mondiali di navigazione attive nel trasporto dei contenitori e che operano dei servizi di feeder affinchè si impegnino a servirsi del Terminal Container di Taranto», ha aggiunto Yildirim.

L’attuale capacità di movimentazione del terminal  di Taranto è di circa 2 milioni di TEU all’anno con un pescaggio di banchina di 16,5 metri. Yilport prevede, attraverso una serie di investimenti nei prossimi 10 anni, di espandere la capacità di gestione dei contenitori  a oltre 4 milioni di TEU per anno.