Rotterdam, la LNG London, bettolina per il bunkeraggio di GNL, è entrata in servizio

La prima nave europea per il bunkeraggio di GNL abilitata alla navigazione per acque interne ha effettuato il suo primo rifornimento a Rotterdam alle navi Containerership Polar e Containerships Nord.

La  LNG London, di proprietà della LNG Shipping, è stata noleggiata a lungo termine dalla Shell e sarà utilizzatà per il bunkeraggio di GNL nei porti di Amsterdam, Rotterdam e Anversa. La nave misura 110 metri di lunghezza e 15 metri di larghezza, con una capacità di carico di 3000 metri cubi di GNL.

Il GNL verrà caricato sulla nave presso il Terminal Gate di Rotterdam utilizzando un innovativo sistema di trasferimento del carburante che consente la consegna del GNL a  navi,  chiatte che navigano lungo le acque interne e  terminali a terra. Il ristretto air draft della nave le consentirà anche di navigare  se necessario attraverso le acque interne verso Anversa e Amsterdam.

Con l’introduzione nel 2020 del limite di zolfo dello 0,5% nei carburanti marini voluto dall’IMO (L’Organizzazione Marittima Internazionale) vi è un crescente interesse per il GNL come combustibile marino compatibile non solo per le navi che effettuano navigazione oceanica, ma anche per quelle che navigano lungo le acque interne.

“L’entrata in servizio di LNG London dimostra la nostra capacità e impegno nell’effettuare rifornimenti sicuri e affidabili che aiutano a soddisfare la crescente necessità di combustibile più pulito”, ha affermato Tahir Faruqui, General Manager della Shell Global Downstream LNG. “Siamo lieti di avere nella nostra flotta tre navi per il rifornimento di GNL e non vediamo l’ora che altre si aggiungano ad esse in futuro”.