Savona punta al turismo a “impatto zero”: intesa con Costa per un porto green

Il sindaco Berruti: “Stiamo lavorando ad un protocollo che coinvolge anche l’Autorità Portuale”

ANSA – Comune e Autorità Portuale di Savona assieme a Costa Crociere stanno lavorando ad un protocollo di intesa con l’obbiettivo di rafforzare la collaborazione fra i due enti e la compagnia armatoriale sull’impatto del traffico crocieristico nei rapporti fra porti e città. Lo ha annunciato il sindaco di Savona Federico Berrutti aprendo il convegno “Grandi Navi e tutela ambientale”.
Partendo dal dato fornito da Clia (organizzazione mondiale industria crocieristica) secondo il quale la spesa media dei crocieristi delle navi scalate nei porti italiani ammonta a 4,6 miliardi di euro l’anno, Berruti ha affermato che “occorre valorizzare questa materia prima” con l’obiettivo tendenziale di “impatto zero” dal punto di vista ambientale. L’intesa a cui ha fatto riferimento il sindaco riguarda vari aspetti che vanno dall’inquinamento alla viabilità in città.
Fra i progetti in grado di rispondere all’esigenza di ridurre il più possibile l’impatto delle grandi navi sull’ambiente, il convegno ha trattato  dei sistemi di elettrificazione delle banchine (Shore to ship power) che consentono alle navi ormeggiate in porto di utilizzare energia dalla rete elettrica tramite l’installazione di una sottostazione in banchina equipaggiata con un sistema di conversione di frequenza di elevata potenza, della depurazione di gas di scarico dei motori diesel marini con acqua di mare e dello sviluppo del Lng (gas naturale liquefatto) per il trasporto marino.

Leave A Comment