Gli ultimi provvedimenti per il 2019 del Comitato di gestione dell’AdSP del Mar Ligure Occidentale

31.12.19 – Nell’ultima seduta per l’anno in corso, tenutasi ieri il Comitato di gestione della ADSP ha approvato importanti provvedimenti nell’ottica di rafforzare il ruolo del sistema portuale di Genova e Savona a livello nazionale ed europeo. Con il via libera alle convenzioni con RFI e Autostrade per l’Italia Spa si attuano due punti salienti del Programma Straordinario derivanti dal Decreto Genova per la ripresa e lo sviluppo dei traffici portuali nonché il miglioramento delle infrastrutture di accesso dopo il crollo del ponte Morandi: il primo prevede l’adeguamento della Galleria Molo Nuovo per collegare il terminal Bettolo all’ex bivio di S. Limbania per una spesa di 13 milioni e 500mila euro con RFI che sarà il soggetto attuatore dei lavori (l’entrata in esercizio prevista entro il 2022); il secondo, con ASPI, modificherà l’attuale collegamento in viadotto fra il casello di Prà e le aree portuali con una corsia dedicata e con l’obiettivo di potenziare la capacità e l’efficienza del terminal PSA nonché il completamento da parte di Rfi del potenziamento del nodo ferroviario di Prà, già da tempo inserito nel Programma infrastrutture strategiche nazionali. Parere favorevole alla pre adozione del Documento di Pianificazione Strategica di Sistema previsto dalla legge di riforma delle ex autorità portuali. Il DPSS, come indica la norma, deve individuare obiettivi e strategie per lo sviluppo del sistema portuale e definire gli indirizzi per la successiva redazione dei piani regolari portuali del singoli scali. Dopo un primo confronto con i Comuni interessati e la comunità degli stakeholder pubblici e privati per raccogliere osservazioni e commenti utili alla finalizzazione del Documento di pianificazione Strategica, la proposta sottoposta al Comitato di gestione potrà essere integrata nelle prossime settimane per poi essere discusso nei dettagli con i Comuni interessati per l’acquisizione del parere di competenza, passaggio essenziale per la successiva adozione definitiva. Positivo anche il parere sull’impianto di trasformazione e distribuzione di energia elettrica a servizio della piattaforma multipurpose di Vado Ligure e dei varchi di accesso dedicati, passaggio importante per completare l’operatività del terminal lato terra.

RFI attiva il secondo binario di accesso al terminal di Genova Prà Mare

26.12.2019 – E’ stato attivato lo scorso 23 dicembre, con due settimane di anticipo rispetto alla previsione di gennaio 2020, il doppio binario di accesso al terminal di Genova Prà Mare. Lo rende noto l’AdSP del Mar Ligure Occidentale.

L’importante attivazione, terza delle quattro fasi complessive, consente un ulteriore potenziamento dei collegamenti tra lo scalo ferroviario ed il terminal portuale nonché un incremento della capacità nei traffici merci da e per il Porto di Genova Prà, assecondando così la crescente domanda di traffico, attuale e futura e superando definitivamente una criticità infrastrutturale che storicamente ne limitava i traffici merci.
I lavori, avviati ad inizio 2019, seguono le importanti attivazioni di giugno e novembre, nonché la lunga chiusura completa dello scalo tra ottobre e novembre. Investimento economico di circa 30 milioni di euro.

Le attività proseguiranno fino al completamento dell’ultima fase, attualmente prevista a dicembre 2020, quando verrà completato il passaggio a livello di separazione tra i movimenti ferroviari e quelli stradali, il nuovo varco doganale, il sestuplicamento degli attuali quattro binari di scalo e l’adeguamento dei sistemi di segnalamento e gestione della circolazione ai più elevati standard normativi.

Tutti gli interventi vengono coordinati e realizzati da RFI ed Italferr – società del Gruppo FS Italiane – che, insieme alle imprese appaltatrici e con la piena collaborazione di Autorità Portuale, PSA e tutti gli operatori ferroviari, stanno proseguendo nelle complesse lavorazioni con massima attenzione e costante impegno finalizzati anche a limitarne gli effetti sui traffici esistenti ed in ottica sinergica con tutti gli altri interventi di manutenzione e potenziamento infrastrutturale di RFI sulla rete ligure.

L’ulteriore potenziamento finale dell’impianto, subordinato alla realizzazione del nuovo viadotto di collegamento tra l’autostrada A10 e il Porto di Pra’, a cura Autorità Portuale, prevede l’estensione dello scalo a 7 binari di modulo 750 metri, in linea con i più moderni standard infrastrutturali delle grandi reti ferroviarie europee.

Certificazioni ISO 9001 e ISO 14001 per l’AdsP del Mar Ligure Occidentale

09.12.2019 – L’AdSP del Mar Ligure Occidentale ha superato positivamente la verifica sul sistema di gestione integrato qualità e ambiente UNI EN ISO 9001:2015 e UNI EN ISO 14001:2015.

SGS Italia S.p.a., l’organismo di certificazione responsabile della valutazione, ha evidenziato il forte impegno sia nella pianificazione e realizzazione di opere e servizi orientati al pieno soddisfacimento delle esigenze degli utenti del nodo portuale, sia nel miglioramento continuo delle prestazioni ambientali delle attività portuali.

In sintesi, la certificazione ISO 9001 garantisce l’efficienza e trasparenza delle procedure e processi aziendali, mentre la certificazione ISO 14001 attesta la responsabilità assunta dall’Autorità Portuale nella protezione dell’ambiente e nella riduzione del rischio di violazione delle normative ambientali.

Molto apprezzate dai valutatori sono state le imponenti attività di digitalizzazione che si stanno espandendo su tutti gli ambiti compreso quello ambientale e che garantiscono semplificazione, maggiore efficienza e maggiore controllo del rispetto e dell’aggiornamento normativo. Il progetto di mappatura dei processi aziendali è stato considerato una rara eccellenza.

Per Ports of Genoa, affrontare un percorso di certificazione significa aderire a uno standard riconosciuto e decidere che le azioni documentate secondo lo standard saranno sottoposte a verifica di terze parti.
Questa decisione è volontaria ed è la prova tangibile degli obiettivi di eccellenza perseguiti dall’AdSP del Mar Ligure Occidentale.