Trasporto marittimo: le misure EU per l’emergenza Covid-19

10.04.20 – Per gestire questa fase emergenziale legata al Covid 19 la Commissione Europea ha predisposto le Linee guida per garantire tanto la protezione della salute e il rimpatrio dei passeggeri e lavoratori marittimi, quanto la circolazione di beni e servizi essenziali per i Paesi europei attraverso i porti.

Di seguito, in estrema sintesi, i punti salienti di tali Linee guida.

Gli Stati membri sono tenuti a facilitare il transito di cittadini europei e cittadini di paesi terzi residenti in Europa per consentire il loro rientro in patria. I lavoratori con funzioni essenziali, indipendentemente dalla loro nazionalità, devono poter essere liberi di spostarsi per proseguire l’attività professionale.

È responsabilità primaria degli operatori delle navi da crociera e degli armatori organizzare il rimpatrio delle persone a bordo, passeggeri e lavoratori, indipendentemente dal fatto che lo sbarco avvenga all’interno o all’esterno dell’UE.

Al personale marittimo impegnato sui mercantili, indipendentemente dalla loro nazionalità, dovrebbe essere garantita la possibilità di raggiungere i porti per l’imbarco e di poter sbarcare a fine missione per tornare in patria. Solo mantenendo un normale turnover dell’equipaggio è possibile mantenere operativo il trasporto marittimo salvaguardando l’import/export delle merci e garantendo l’approvvigionamento di beni e servizi.

Intanto mentre le misure di controllo dell’epidemia di COVID-19 sembrano iniziare a funzionare, aumentano i timori sul costo che l’economia mondiale dovrà sostenere a causa della crisi

Il turismo è tra le industrie più colpite, con una perdita stimata di 450 miliardi di dollari e 75 milioni di posti di lavoro a livello globale nel 2020.

Le crociere stanno affrontando una grande sfida, con la maggior parte delle navi inattive e le nuove partenze rinviate alla fine delle restrizioni. Le compagnie stanno lavorando a nuove campagne di marketing e alla definizione di nuovi itinerari, mentre devono essere individuate soluzioni adeguate per rendere le navi da crociera e i passeggeri di nuovo i benvenuti nei porti e nelle città.