WISTA e IMO unite per promuovere la diversità di genere nello Shipping

28.01.20 – La Women’s International Shipping and Trading Association (WISTA) ha avviato una partnership con l’Organizzazione Marittima Internazionale (IMO) finalizzata a colmare il divario di genere nell’industria marittima tradizionalmente dominata dagli uomini.

La WISTA e l’IMO hanno recentemente firmato un memorandum d’intesa che delinea una partnership che intende promuovere una maggiore diversità e inclusione di genere attraverso varie iniziative. Secondo le due organizzazioni, ciò potrebbe essere la chiave della sostenibilità del shipping.

Il WISTA ha uno status consultivo con l’IMO dal 2018, mettendo l’organizzazione in grado di contribuire formalmente alla discussione per aumentare la capacità delle donne nel settore marittimo – sia in mare che a terra – e mostrando le varie competenze tecniche e di leadership che le donne apportano all’industria.

Secondo le statistiche dell’IMO, le donne rappresentano solo il 2% degli 1,2 milioni di marittimi nel mondo e la stragrande maggioranza di loro lavora nel settore delle crociere. Negli ultimi anni, tuttavia, l’IMO ha compiuto un grande sforzo per colmare il divario di genere, in linea con le norme del ventunesimo secolo. L’anno scorso, l’IMO ha scelto “Empowering Women in the Maritime Community” come tema della Giornata Mondiale dei Marittimi, cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’uguaglianza di genere nel settore marittimo.

Sono già in corso diverse iniziative previste dal MoU. Tra queste, uno studio per raccogliere e analizzare i dati sul numero di donne impiegate nel settore marittimo; lo sviluppo di un database di donne esperte in un’ampia gamma di argomenti marittimi disponibili per l’organizzazione di conferenze per rendere i gruppi di discussione più diversificati; il sostegno all’attuazione della risoluzione A.1147(31) dell’Assemblea dell’IMO sulla conservazione dell’eredità del tema marittimo mondiale per il 2019; e il raggiungimento di un ambiente di lavoro privo di barriere per le donne nel settore marittimo.

Un’altra parte fondamentale del MoU è il rafforzamento della cooperazione e della condivisione delle migliori pratiche tra le associazioni regionali delle donne impiegate mel settore marittimo (WIMA) create dall’IMO e le associazioni nazionali della  WISTA International.

“Queste attività porranno le basi per ulteriori discussioni su come una forza lavoro diversificata sarà essenziale per un futuro sostenibile“, hanno detto i rappresentanti di  WISTA e l’IMO in una dichiarazione.

Il MoU è stato firmato dal segretario generale dell’IMO Kitack Lim e dalla presidente della WISTA International, Despina Panayiotou Theodosiou.

Firmato MoU tra Fincantieri e il Ministero della Difesa del Qatar

24.02.20 – Fincantieri, uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo, e il Ministero della Difesa del Qatar, attraverso Barzan Holdings, società posseduta al 100% dal Ministero della Difesa del Qatar e responsabile per il potenziamento delle capacità militari delle forze armate dello Stato, hanno firmato a Doha un Memorandum of Understanding (MoU) volto a rafforzare la partnership strategica attraverso la valutazione e gli studi di nuove tecnologie e capacità, che potrebbe portare alla futura acquisizione di nuove unità già nel 2020.

 
I programmi previsti dal MoU includono, tra gli altri, la progettazione, la costruzione e la gestione della base navale, la gestione dell’intera flotta navale, l’implementazione di nuove tecnologie come il Digital Radar e la Cyber Security nonché la fornitura di nuove unità navali e sottomarini all’avanguardia.

La firma è avvenuta tra l’Amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono e, per il Ministero della Difesa del Qatar, il Presidente di Barzan Holding, Nasser Al Naimi, alla presenza del vice Primo Ministro e Ministro di Stato per gli Affari della Difesa Khalid Bin Mohammed Al Attiyah e dei vertici delle forze armate del Paese.

 
L’intesa implementa la strategica relazione tra Fincantieri e le forze armate del Qatar e si inserisce nella strategia di sviluppo del business della società in Medio Oriente. Il Gruppo, infatti, ha firmato nel giugno 2016 un importante contratto con il Ministero della Difesa del Qatar, del valore di quasi 4 miliardi di euro, per la fornitura di sette navi di superficie, attualmente in corso di costruzione nei cantieri italiani del Gruppo. Il contratto include la costruzione di quattro corvette della lunghezza di oltre 100 metri, una nave anfibia (LPD – Landing Platform Dock) e due pattugliatori (OPV – Offshore Patrol Vessel) e dei servizi di supporto in Qatar per ulteriori 10 anni dopo la consegna delle unità.

Per rafforzare ulteriormente la propria posizione nello scacchiere mediorientale, Fincantieri ha costituito a Doha Fincantieri Services Middle East, che sarà il fulcro di tutte le attività di servizi e di post vendita sulle navi militari del Gruppo nel Paese.