Tangeri, inaugurato Tanger Med II che include due nuovi terminal container

Il Principe ereditario Moulay Hassan, in rappresentanza del Re Mohammed VI. ha inaugurato lo scorso  28 giugno, a Tangeri in Marocco, il porto di Tanger Med II, con una capacità doppia rispetto a Tanger Med I, già il più grande scalo portuale in Africa.

La nuova mega infrastruttura include due Terminal container, TC3 e TC4. Marsa Maroc, il principale operatore di terminal portuali in Marocco, gestirà  TC3, che ha una capacità di 1 milione di TEU, mentre TC4 sarà gestito dal gruppo privato con sede in Olanda, APM Terminals, ed avrà una capacità di 5 milioni di TEU.

Attraverso Tanger Port Med già transita oltre il 50% delle esportazioni del Marocco ed il valore aggregato dei prodotti in import ed export nel 2018 è stato di 33 miliardi di dollari.

Il porto è circondato da un complesso industriale che comprende più di 750 aziende, tra cui la Tanger Automotive City di 300 ettari,  la cui costruzione è stata completata nel 2011 e che offre una zona di libero scambio per le aziende che operano nel settore della fornitura di veicoli.

Fouad Brini, direttore generale dell’Agence Spéciale Tanger Méditerranée, ha affermato che nel 2018, Tanger-Med 1 ha movimentato 3,4 milioni di container, risultando il primo porto in Africa, davanti a Port Said in Egitto e Durban in Sud Africa. Inoltre è anche il primo porto africano ad essere classificato come EcoPort, l’iniziativa che sollecita  gli scali portuali a soddisfare gli standard ambientali stabiliti dall’European Sea Ports Organization (ESPO).

La nuova infrastruttura costituisce la terza fase di sviluppo del complesso portuale e la sua capacità nominale totale sarà di circa 6 milioni di Teu. L’investimento pubblico in infrastrutture è dell’ordine di 1,5 miliardi di dollari mentre l’operatore APM -Maersk , che gestisce il terminal TC4, ha investito un miliardi di dollari Questa nuova megopera infrastrutturale porterà la capacità totale dei Terminal per container a 9 milioni di Teu, rendendo Tanger Med uno dei più importanti hub nell’Atlantico e nel Mediterraneo, tra i primi 20 porti dedicati alla movimentazione di container a livello mondiale.

Tutto questo, unito al prossimo avvio della città Mohammed VI Tanger Tech,  rappresenta un ulteriore acceleratore per lo sviluppo della regione di Tangeri. I lavori di Tanger Med II sono iniziati nel maggio 2010 e sono stati realizzati in due fasi: la prima, terminata nel 2016, con le infrastrutture di base, fra cui la diga principale e i primi 1200 metri lineari di banchine; la seconda, con i nuovi moli su 1600 metri lineari e la diga secondaria. Con una capacità di accoglienza a banchina di 7 mega porta container, il porto vanterà alla fine 2.8 Km di banchine con un pescaggio  fino a 18 metri.

Nel corso dell’inaugurazione, è stato rivelato un nuovo programma di investimenti, per 932 milioni di dollari, di cui 311 per l’estensione dello scalo passeggeri e Ro/Ro finalizzato a trasportare un maggior numero di camion, e 620 milioni miliardi per aprire nuove zone di libero scambio import-export, parchi, piattaforme logistiche e interporti.