Torre Piloti di Genova: il Ministero sblocca i fondi

Il Ministro delle Finanze ha dato il via all’utilizzo, per la realizzazione della nuova torre piloti, dei 3,6 milioni di euro contestati dal collegio dei revisori dei conti di Palazzo San Giorgio.
L’autorizzazione, che conferma la scelta intrapresa dall’ex presidente Luigi Merlo, e arrivato ieri in seguito alla specifica richiesta avanzata dall’Autorità portuale. “Genova ha bisogno della torre ed è un percorso che va avanti” ha commentato con soddisfazione il commissario del porto, Giovanni Pettorino.
Si tratta di 3,6 milioni, il cui utilizzo per la torre piloti era stato contestato dai revisori della Corte dei Conti, che sono il frutto degli interessi maturati sui 70 milioni di euro che l’Autorità portuale aveva ottenuto dal ministero per le aree dell’Ilva di Cornigliano. Merlo, in qualità di presidente dell’Autorità portuale, aveva inteso che solo i 70 milioni di euro fossero vincolati al’uso nel quartiere di Cornigliano, e non gli interessi. Ora il ministero delle finanze ha avallato questa decisione.

tratto da www.genovapost.it