TRAGEDIA DEL MOLO GIANO, GENOVA RICORDA LE NOVE VITTIME

Genova – Il 7 maggio del 2013 la tragedia del Molo Giano nel porto di Genova. Erano le 22.59 quando la Jolly Nero uscendo dal porto va a schiantarsi contro la Torre Piloti che sarebbe crollata portando con sé nove uomini in servizio.

E proprio in questi giorni, a due anni di distanza da una delle più dolore tragedie del mare, per Genova è il momento di ricordare e, con il pensiero, di tornare a quella notte. In ricordo della vittime, la sera del 7 maggio, sono state accese, esattamente alle 22.59, le luci del “memoriale” che la città ha voluto dedicare al ricordo delle vittime: i sei militari della Capitaneria di porto Marco De Candussio, Francesco Cetrola e Gianni Iacoviello, Giuseppe Tusa, Daniele Fratantonio e Davide Morella; il pilota Michele Robazza; gli operatori Maurizio Potenza e Sergio Basso, appartenenti al Corpo Piloti del Porto e alla Società Rimorchiatori Riuniti di Genova.

Anche il Comune di Rapallo ha voluto rendere il suo personalissimo omaggio alle vittime ed in particolare al ricordo di Daniele Fratantonio, giovane rapallese, sottocapo della Capitaneria, morto a 29 anni nel crollo della Torre Piloti. In suo onore è stata scoperta il 15 maggio una targa collocata alla Casa del Mare nel porto pubblico cittadino alla presenza dei familiari e delle autorità civili e militari. Cerimonia sentita e molto partecipata alla quale non è voluto mancare l’ammiraglio Vincenzo Melone, comandante della Capitaneria di Porto di Genova. Durante la commemorazione sono state consegnate a nome di Daniele Fratantonio due borse di studio offerte dalla Capitaneria di Porto a due studenti, uno dell’istituto di Rapallo e l’altro del Nautico di Camogli.

 

 

Leave A Comment